Pianoforte classico

L'esame si compone di tre prove. La prima riguarda la tecnica pianistica (scale, arpeggi, studi, esercizi, ecc.), la seconda valuta l'esecuzione di brani pianistici, la terza concerne le questioni teoriche (solfeggio parlato e cantato, capacità di ascolto, teoria, ecc.) e viene sostenuta a parte insieme agli altri strumentisti del dipartimento classico. Nella prima prova lo studio/esercizio da eseguire viene estratto a sorte tra quelli presentati dal candidato, nella seconda il brano viene scelto dalla commissione.

 

L'insegnante può scegliere liberamente gli studi/esercizi e i brani delle prime due prove; essi devono essere però coerenti con gli esempi di difficoltà proposti per ciascun livello. Per ulteriori informazioni riguardo la scelta e la presentazione del programma si contatti il presidente di commissione FE.N.A.M..

 

Il superamento del Livello 10 consente di possedere la preparazione adeguata a sostenere l’esame di ammissione al I Anno del Corso di Laurea Triennale in PIANOFORTE CLASSICO nei Conservatori di Musica di Stato secondo il Nuovo Ordinamento degli Studi (corrispondente circa all’ 8° anno del Vecchio Ordinamento)

 


CORSO PREPARATORIO

 

Il Livello Preparatorio è il primo traguardo per chi vuole vivere l'esperienza di un esame in un contesto informale, tranquillo, il cui scopo è motivare e premiare attraverso le competenze acquisite. Al termine della prova, sarà consegnato un attestato su cui la commissione annoterà  considerazioni sull'esame e sul candidato, senza voti, promozioni e bocciature.

 

1^ prova:

esecuzione di un esercizio/studio estratto dalla commissione da due presentati dal candidato sulle cinque dita tratti dalle più comuni raccolte di esercizi propedeutici

  

2^ prova:

esecuzione di un brano di livello elementare scelto dalla commissione su due presentati dal candidato (è possibile presentare solo un brano a 4 mani). Esempi di difficoltà: Alfred's Basic Vol. 1, Metodo Bastien Livello preparatorio, Little piano school Liv. preparatorio, F. Beyer Scuola Preparatoria Op. 101, G. Piccioli  Antologia pianistica Volume I,  Kohler "Il piccolo pianista" 36 studi a 2 mani, A Dozen Day Book one, B. Bartok Microkosmos Vol. 1, Poli il Polipo Liv. Introduttivo, M. Vacca Musigatto Liv. Preparatorio

  

3^ prova:

Vedere ESAME TEORIA. 

  


CORSO BASE (Livelli 1-3)

 

LIVELLO 1

 

1^ prova:

- esecuzione di una scala maggiore a mani separate o unite estratta dalla commissione su tre tipi o modi, presentate dal candidato  (esempio : Do maggiore mani unite moto parallelo; Do maggiore mani unite moto contrario, Sol maggiore mani unite moto parallelo, ecc.)

- esecuzione di un esercizio/studio estratto dalla commissione su due presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: Metodo Bastien Livello I, F. Beyer Scuola Preparatoria Op. 101, G. Piccioli Antologia pianistica Vol. I, Kohler Il piccolo pianista, B. Bartok Microkosmos Vol. 1

 

2^ prova:

esecuzione di un brano scelto dalla commissione su tre presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: Cesi Marciano Vol. 1, Piccioli Antologia pianistica Vol. I,  R. Vinciguerra Pianolandia,  Primo Jazz, Metodo Alfred Vol. I, Metodo Bastien, Vol. I, M. Vacca Musigatto Livello Preparatorio, raccolte W. Disney. E' possibile presentare solo un brano a quattro mani.

  

3^ prova:

Vedere ESAME TEORIA 

 

LIVELLO 2

 

1^ prova:  

- esecuzione di una scala maggiore a mani unite di almeno un ottava e relativo arpeggio nell'estensione di un ottava estratta/o dalla commissione su quattro presentate/i dal candidato

- esecuzione di un esercizio/studio estratto dalla commissione su tre presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: F. Beyer Scuola Preparatoria Op. 101 esercizi dal n. 47 in poi, A Dozen Day, (Book Two dal 4°-5° gruppo), B. Bartok Microkosmos Vol. 1 dal n. 25 in poi, Czernyana Fasc. I, Duvernoy Scuola Primaria Op. 176

  

2^ prova:

- esecuzione di un brano scelto dalla commissione su tre presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: Cesi Marciano Vol. 1, Piccioli Antologia Pianistica Vol. I, R.Vinciguerra, Tempi moderni, Tastierissima. Le canzoni della melevisione, M. Vacca Musigatto, Alfred Vol. II, Bastien Vol. II, raccolte W.Disney. E' possibile presentare solo un brano a quattro mani

 

3^ prova:

 Vedere ESAME TEORIA 

  

LIVELLO 3

 

1^ prova:

- esecuzione di una scala maggiore e relativa minore di almeno due ottave estratta dalla commissione su sei presentate dal candidato (tre maggiori e tre minori - a scelta: armonica, melodica - almeno una con diesis e una con bemolle). Esecuzione dei relativi arpeggi maggiori e minori, a mani unite, nell'ambito di un'ottava.           

- esecuzione di un esercizio/studio scelti dalla commissione su quattro presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: Czernyana Fasc. I dal n. 30 in poi, Pozzoli 30 studietti elementari,  A Dozen Day Book Three, Duvernoy Scuola Primaria Op. 176, Bastien Liv. III, B. Bartok Microkosmos Vol. 2, Kohler Op.189, G. Piccioli  Antologia Pianistica Vol. I

  

2^ prova:

- esecuzione di un brano scelto dalla commissione su tre presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: Raccolta di Cesi Marciano, uno o più movimenti dalle Sonatine di Clementi, Mozart, Beethoven, raccolte  Il mio Primo Bach, Il mio primo Schumann e simili

 

3^ prova:

Vedere ESAME TEORIA 

 


CORSO INTERMEDIO (Livelli  4-7)

 

LIVELLO 4


1^ prova:

- esecuzione di una scala maggiore e relativa minore (armonica e melodica) nell'estensione di almeno tre ottave e relativi arpeggi di almeno due ottave estratta/o dalla commissione su quattro presentate/i dal candidato (quattro maggiori e quattro minori)

- esecuzione di un esercizio/studio estratto dalla commissione su quattro presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: Czernyana Fascicolo II, Bastien Liv. IV, A Dozen Day, Book Three, Duvernoy Scuola preparatoria della velocità Op. 276, B. Bartok Microkosmos Vol. 2, Kohler op.189 dal n. 31 alla fine, G. Piccioli Antologia pianistica Vol. II.

  

2^ prova:

- esecuzione di un brano scelto dalla commissione su quattro presentati dal candidato  uno per ciascuno gruppo:

gruppo I: periodo barocco. Esempi di difficoltà: J. S. Bach Il quaderno di Anna Magdalena, 23 pezzi facili

gruppo II: periodo classico/preromantico. Esempi di difficoltà: primo tempo dalle sonatine di Clementi, Kuhlau, Mozart, Haydn, Beethoven, Dussek

gruppo III: periodo romantico/postromantico: raccolte Il mio primo Schumann, Chopin, Mendelssohn.

gruppo IV: periodo moderno/contemporaneo: Esempi di difficoltà: E. Satie Gnossiennes, R. Vinciguerra Piano blues story, brani facili di Allevi, Nyman, Desplatz, Einaudi, Elfmann, Yiruma, Tiersen, arrangiamenti per giovani pianisti  di colonne sonore di film W. Disney o altri

 

3^prova:

- esecuzione a prima vista di un solfeggio con combinazioni ritmiche di media difficoltà in chiave di violino e basso. Argomenti: gli stessi proposti nelle prove delle annualità precedenti con l'aggiunta di sincope, controtempo, tempi composti. 

- esecuzione a prima vista di un solfeggio cantato con intervalli di grado congiunto

- esecuzione estemporanea di una risposta musicale su un inciso proposto dalla commissione (mani alternate, mani unite)

- riconoscimento delle note di una melodia con intervalli di grado congiunto ascendenti/discendenti

 


LIVELLO 5 

 

1^ Prova:

- esecuzione di una scala maggiore e relativa minore a mani unite per moto retto e contrario e relativo arpeggio di almeno tre ottave estratta/o dalla commissione su sei presentate/i dal candidato (sei maggiori e sei minori)                

- esecuzione di un esercizio/studio estratto dalla commissione su quattro presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: Czernyana vol. II e III, A Dozen Day, Book Four, Duvernoy Scuola del Meccanismo Op. 120; Pozzoli 15 studi facili, Heller 25 Studi Op. 45, 46, 47 

 

2^ Prova:

- esecuzione di un brano scelto dalla commissione su quattro brani di autori vari presentati dal candidato  uno  per ciascun gruppo:

Gruppo I: periodo barocco. Esempi di difficoltà: J. S. Bach Invenzioni a due voci, brani semplici di clavicembalisti italiani (Zipoli, Rossi, Galuppi, Frescobaldi, ecc.)

Gruppo II: periodo classico/preromantico. Esempi di difficoltà: movimenti di andamento allegro/vivace dalle Sonatine o Sonate facili di Clementi, Beethoven, Haydn, Kuhlau, Mozart, Il mio primo Schubert

Gruppo III: periodo romantico/postromantico. Esempi di difficoltà: Schumann Album della Gioventù, Il mio primo Chopin, Grieg, Mendelssohn

Gruppo IV: periodo moderno/contemporaneo da Debussy in poi. Esempi di difficoltà:. il mio primo Debussy, arrangiamenti di media difficoltà di colonne sonore e/o brani di autori come Nyman, Allevi, Einaudi, Tiersen, Desplat, Elfmann

 

3^ prova:

- esecuzione a prima vista di un solfeggio parlato in chiave di violino e basso. Argomenti:  gli stessi proposti nelle prove delle annualità precedenti con l’aggiunta di gruppi irregolari come terzine, sestine, semplici e puntate.

- esecuzione a prima vista di un solfeggio cantato con intervalli fino all'ottava e semplici combinazioni ritmiche

- esecuzione estemporanea di una risposta musicale su un inciso musicale proposto dalla commissione (mani unite)

- riconoscimento delle note di una melodia con intervalli fino all'ottava e combinazioni ritmiche semplici

- risposte a quesiti teorici su argomenti svolti nel corso

 

LIVELLO 6 

 

1^ prova:

- esecuzione di una scala maggiore e relativa minore per moto parallelo, moto contrario e per terza e relativo arpeggio nell'estensione di 4 ottave estratta/o dalla commissione su sei presentate/i dal candidato (sei maggiori e sei minori, quattro delle quali con almeno quattro alterazioni) 

- esecuzione di un esercizio/studio estratto dalla commissione su quattro presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: Czernyana vol. III, Duvernoy Op. 120, Bertini 25 studi Op. 29, Listz 12 studi Op. 1.

 

2^ Prova:

- esecuzione un brano scelto dalla commissione su quattro presentati dal candidato  uno per ciascun gruppo:

Gruppo I: periodo barocco. Esempi di difficoltà: Bach Invenzioni a 2/3 voci e Suites francesi, composizioni di media difficoltà di clavicembalisti italiani

Gruppo II: periodo classico/preromantico. Esempi di difficoltà: Almeno due movimenti di andamento differente dalle Sonate facili di Clementi (esempi: Op. 8, 11, 13, 50) o da Sonate facili di Mozart, Beethoven, Haydn

Gruppo III: periodo romantico/postromantico. Esempi di difficoltà: Schumann Scene infantili Op. 15, Scene dal bosco Op. 82, Schubert 6 Momenti Musicali Op. 94, Mazurke, Valzer e Preludi di Chopin.

Gruppo IV: periodo moderno/contemporaneo. Esempi di difficoltà: Il mio primo Debussy, composizioni facili di Sgambati, Martucci, arrangiamenti di media difficoltà di colonne sonore e/o composizioni di Einaudi, Allevi, Nyman, Tiersen, Elfmann, Desplat, Vinciguerra Il jazzista virtuoso

 

3^prova:

- esecuzione a prima vista di un solfeggio parlato in chiave di violino e basso. Argomenti:  gli stessi proposti nelle prove delle annualità precedenti con l’aggiunta di gruppi irregolari come quintine, duine, quartine. Abbellimenti. Facoltativo: trasporto nelle altre chiavi del setticlavio.

- esecuzione a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

- esecuzione a prima vista di un solfeggio cantato semplice con relativo trasporto fino a un tono sopra e sotto la tonalità originaria

- Dare prova di saper riconoscere intervalli melodici fino all'ottava, con modulazioni semplici e relative combinazioni ritmiche in un inciso strumentale proposto dalla commissione

- Risposte a quesiti teorici su argomenti svolti nel corso: tempi, scale, intervalli, circolo tonale, concetti di tonalità e modulazioni, accordi di tre suoni

 

LIVELLO 7


1^ prova:

- esecuzione di una scala maggiore e relativa minore per moto parallelo, contrario, per terza e sesta e relativo arpeggio estratta/o dalla commissione su otto presentate/i dal candidato

- esecuzione di un esercizio/studio estratto dalla commissione su sei presentati dal candidato. Esempi di difficoltà: Czerny l'arte di rendere agili le dita Op.740,  Cramer 60 studi, Pozzoli Studi di Media difficoltà

 

2^ prova:

- esecuzione di un brano scelto dalla commissione su sei brani di autori vari presentati dal candidato (almeno uno per ciascun gruppo):

Gruppo I: periodo barocco. Esempi di difficoltà: Bach Invenzioni a 3 voci, Suites inglesi, composizioni di media difficoltà di clavicembalisti italiani e francesi

Gruppo II: periodo classico/preromantico. Esempi di difficoltà: Sonate di Clementi, di Beethoven, Haydn, Mozart.

Gruppo III: periodo romantico/postromantico. Esempi: Schumann Papillons Op. 2, Listz Consolazioni, Schubert 8 Improvvisi Op. 90 op. 142, Chopin valzer, mazurche, preludi, notturni.

Gruppo IV: periodo moderno/contemporaneo. Esempi di difficoltà: Debussy brani da Children's corner, composizioni di Bossi Sgambati, Martucci, arrangiamenti di medio-alta difficoltà di colonne sonore, composizioni di medio-alta difficoltà di Einaudi, Allevi, Nyman, Tiersen, Elfman, Desplat

 

3^ prova:

- esecuzione estemporanea di una risposta musicale su un inciso di media difficoltà proposto dalla commissione

- Dare prova di saper riconoscere intervalli melodici entro l'ottava di un inciso strumentale modulante proposto dalla commissione

- Risposte a quesiti teorici su argomenti svolti nel corso: scale, intervalli, circolo tonale, concetti di tonalità e modulazioni, accordi di tre e quattro suoni

- interrogazione sulle caratteristiche principali dello strumento (storia, costruzione, accordatura)

 

CORSO SUPERIORE (Livelli 8-10)